• jovasolojam
  • una tribù che balla
PROGRAMMA
DATA2016

Una tribú che balla seduto su un bidone di vernice

Davvero bestiale questa versione adatta solo a veri amanti dello stile senza tempo e senza scampo.
Il ritmo, il ritmo non è il tempo, non confondiamoci, ma qui si entra nella filosofia, meglio non addentrarci, e sperimentare il ritmo, vivere il ritmo, avere ritmo, essere ritmo. Il ritmo ci slega dal tempo, è respiro, prima di tutto, è colore, è disegno di linee e di spazi, è appoggio e rimbalzo, è peso e leggerezza combinate.
Ciao amici, vi abbraccio ritmicamente ovunque voi siate.

Video suggeriti

Una tribù che balla è un pezzo che più o meno ho sempre fatto in concerto e in ogni tour lo...

Chitarra elettrica, loop machine e voce per una JovaSoloJam di “E non hai visto ancora niente”...

Il tentativo è quello di sbagliare quasi tutto in queste interpretazioni, mi ci sto avvicinando...

Lorenzo suona Libera e sembra una dichiarazione di intenti: una canzone in totale libertà, solo...

(strofa) LAm LAm FA#m FA#m DO#m DO#m SI SI
(rit.) RE LA MI RE LA MI