• jovasolojam
  • una tribù che balla
PROGRAMMA
DATA2016

Una tribú che balla seduto su un bidone di vernice

Davvero bestiale questa versione adatta solo a veri amanti dello stile senza tempo e senza scampo.
Il ritmo, il ritmo non è il tempo, non confondiamoci, ma qui si entra nella filosofia, meglio non addentrarci, e sperimentare il ritmo, vivere il ritmo, avere ritmo, essere ritmo. Il ritmo ci slega dal tempo, è respiro, prima di tutto, è colore, è disegno di linee e di spazi, è appoggio e rimbalzo, è peso e leggerezza combinate.
Ciao amici, vi abbraccio ritmicamente ovunque voi siate.

Video suggeriti

Una tribù che balla è un pezzo che più o meno ho sempre fatto in concerto e in ogni tour lo...

“Naufraghi di terraferma trovano posto nelle canzoni” e in particolare modo in questa “E non hai...

Mi è sempre piaciuta sta canzone, mi piacerebbe anche se fosse di un cantante che non mi piace...

“E non hai visto ancora niente” dall’andamento un po’ sgangherato rivela un lato inedito,...

Chitarra elettrica, loop machine e voce per una JovaSoloJam di “E non hai visto ancora niente”...